venerdì 4 marzo 2011

Nati per leggere

Pochi giorni dopo la nascita di Diego è arrivato a casa un pacco da parte del progetto "Nati per leggere" contenente ben 3 libri per bambini. E' stata una sorpresa molto gradita che mi ha permersso di conoscere questo progetto di cui non sapevo nulla. Il progetto "Nati per leggere" è una campagna di sensibilizzazione e di informazione sull'importanza della lettura in età precoce, come fattore di benessere personale e sociale. Infatti, i benefici legati alla lettura ad alta voce sin dai primi mesi di vita sono molto importanti. Leggere ad alta voce, se fatta precocemente e con regolarità nei primi anni di vita, è in grado di stimolare lo sviluppo del linguaggio, di migliorare la capacità di attenzione, di promuovere le competenze di lettura e di motivare il bambino ad amare i libri. La lettura condivisa, inoltre, favorisce a livello relazionale un momento privilegiato tra mamma e bambino. "Leggere con il proprio figlio non significa soltanto trasmettere una storia, una fiaba, una filastrocca, ma nutrire la sua mente di parole che lo sorprendono, che lo stimolano emotivamente, che lo abituano ad immaginare mondi possibili e a creare proficue occasioni di scambio."
L'altro giorno, insieme a Diego, siamo andati a curiosare in biblioteca a Coldrerio (il progetto è sostenuto dalle biblioteche svizzere) per capire di cosa si trattasse in concreto e devo dire che sono rimasta molto oddisfatta. In certi giorni (lunedi, martedi e giovedi) è possibile andare a leggere in biblioteca con i propri bimbi, c'è un angolo dedicato alla lettura con i piú piccoli, dotato di divano, tavolino con sgabelli e diverse scatole contenenti libri adatti per ogni fascia d'età. In piú è possibile prendere in prestito gratuitamente 4 libri al mese. Alla fine siamo usciti con due bellissimi libretti, Diego peró avrebbe voluto portarsi via anche uno sgabello... Infatti, l'esperienza della lettura in biblioteca non è andata proprio come me la immaginavo: il giovanotto ha passato un'ora a spingere lo sgabello e dei libretti non gliene importava un fico secco.. E va be, sarà per la prossima volta!

5 commenti:

Marikajolie ha detto...

Ho "conosciuto" il progetto a mia volta quando è nato il mio cucciolo.
Che sorrisone dolce mi hai strappato con quella scia di concretezza che hai inserito.. i quadri da film non esistono quasi mai, la realtà è molto più ricca ed interessante, la biblioteca sta probabilmente diventando un luogo caro per il tuo piccino, là c'è uno sgabello che adora.. là c'è mamma che con voce delicata, a volte spiritosa, a volte grottesca che culla con le parole.. là c'è un mondo infinito che si può esplorare semplicemente stando seduti su quell'adorato sgabello

ha detto...

Grazie per il tuo bellissimo commento.. Di sicuro l'adorato sgabello accompagnerà tanti pomeriggi nel prossimo futuro..

Cee ha detto...

Che tristezza, a noi non hanno mandato nulla! Ho però visto il volantino in biblioteca e l'ho messo in stand-by - mi pare che le attività siano per bimbi oltre i sei mesi? Devo ricontrollare. Per ora me lo porto dietro quando vado a prendere libri per me, in modo da fargli già respirare l'atmosfera magica della biblioteca. :D

IlCalderoneDiGaia ha detto...

Ciao Barbara
Complimenti per il blog e...grazie! Ho scoperto da poco di essere in dolce attesa e mi sono letta con grande interesse tutti i tuoi post!
Se ti va di passare, qui ho qualcosa per te!
Un abbraccio,
Gaia

ha detto...

Ciao Gaia, grazie mille per i complimenti, fa sempre piacere sapere che quello che si scrive serve a qualcosa... Passero' sicuramente dalle tue parti.. ;) A presto!

Posta un commento